Questo sito web utilizza i cookie per personalizzare la tua esperienza. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo

VELVET

Stare insieme in una cucina Velvet. Un intreccio di sensazioni, note o meno note, sostanza e forma di un dialogo tra spazio e colore, tra l'emozione di toccare nuove superfici e la razionalità  dell'abitare un ambiente eclettico. Velvet, è una cucina ad alto impatto tecnico-estetico il cui design mira all'essenzialità  ergonomica, come legge naturale, affinchè gli elementi della cucina rispondano alle azioni spontanee di chi vi opera. Dotata del singolare appeal del vetro, del rovere alternato al laccato, delle finiture in legno e di un'insostituibile leggerezza di forme, Velvet predilige lo stile che armonizza i criteri di funzionalità  di una supercucina ad un modern living. E la prosa del divenire quotidiano diventa un raffinato operare che continua a catturare preferenze. Il progetto Velvet nasce da una fusione di idee, dalla coesistenza di materiali diversi, di culture diverse; la natura del vetro, quasi un modo di vivere e di pensare, porta in casa tutta la sua cultura cosmopolita. Vetro laccato, rosso rubino e nero. Una relazione con l'ambiente fatta di traslucentezze, di equilibri stabili, di rassicurazioni tecnologiche, che sfruttano le grandi proprietà  chimico-fisiche del vetro.

La cucina moderna

Velvet vetro

Il vetro laccato camomilla e nero di Velvet, racchiuso da profili in alluminio, crea una particolare distensione di luce; spazi living in una cucina che è tema centrale di un interno casa. E il fatto che Velvet possa essere vissuta anche per altro è spiegabile da un'architettura contemporanea, che introduce una nuova cultura abitativa e riconosce la cifra stilistica della metafisica.

Cucina con ante in vetro laccato

Nella versione vetro laccato sabbia e grigio antracite prevale la scelta di combinare i colori per dare altri pesi e altre misure all'abitabilità . Quel vetro laccato sabbia, infatti, gioca d'estetica con lo spazio senza troppo apparire, oppure lascia la scena al grigio antracite, speso per la zona più operativa, dove emerge l'ergonomia della cucina, che accoglie la prima impressione di chi varca la soglia.

Mai i colori possono armonizzare così bene come nell'accostamento tra il sabbia e il marron testa di moro. E qui più che in altre composizioni toccando Velvet si ha una sensazione di superficie vellutata. Prodigio del rovere, scelto anche perchè in cucina, luogo di vita e trasformazione, siano vive anche le superfici, a dimostrazione che la magia del legno si accorda allo spirito più di ogni altro materiale.La personalità  di Velvet è luminosa nella versione in vetro laccato bianco. Anche stavolta meraviglia la trasformazione, il contrasto con il rovere moro della penisola situata dove è richiesta operatività  e concentrazione. E qui ogni personale esigenza di praticità  influenza l'architettura in cucina. I colori del vetro laccato di Velvet cambiano,cambiando anche la cucina. Rosso rubino e nero, giallo camomilla e nero, sabbia e grigio antracite, bianco e marrone moro, accompagnano le diverse disposizioni dei piani, del tavolo, dei cestoni, delle colonne e dei pensili. La GeD ha progettato, operato di volta in volta una singolare reinterpretazione del rapporto cucina-living. Le proprietà  del vetro infatti trasformano il rapporto con la cucina; la sua brillantezza ed eleganza lasciano vivere un'esperienza sensoriale condivisa sicuramente da tutti che spesso orienta e crea il momento della comunicazione.Velvet è una personale fuga dalle convenzioni, una conversazione di tinte che attribuiscono personalità  alla cucina. La composizione vive per un consumatore eclettico, caratterizzata da un registro estetico talentuoso: un living che prende forma in una cucina, un laccato che riflette il colore del noce e che ne risalta le qualità . Il pensiero della costruzione di una cucina come Velvet non poteva che passare per una rivisitazione della cucina tradizionale.

La cucina moderna ed il legno un connubio che dura da secoli

Ecco un'altra icona del design neo-moderno, il bianco: presente come unica soluzione colore e responsabile dell'impatto visivo di questa composizione. Bianche sono le basi, i piani, le mensole, le colonne. E' una cifra stilistica che induce a cogliere le differenze ad apprezzare la raffinatezza del gioco di luci che in Velvet coniuga il colore con la funzione. Ma si tratta di un bianco esclusivo non paragonabile ai laccati bianchi tradizionali, che nella superficie porosa del rovere esalta le sensazioni visive, orienta quelle tattili. Rovere grafite accentua il grado di eleganza di Velvet, anzi colpisce la netta distinzione dalle colonne in laccato bianco lucido che sembra separare idealmente due nature in cucina, quella dedicata all'area di lavoro in senso stretto rispetto a quella utilizzata per conservare gli alimenti, gli ingredienti del vivere. Vetro, legno e laccato si alternano, caratterizzati dall'assoluta perfezione della lavorazione, da un design che aderisce o reinterpreta le forme richieste per una moderna funzionalità . Colori ed essenze quali il legno di rovere e il noce Canaletto offrono alla vista e al tatto, anche dei meno esperti, la cifra stilistica di Velvet. Difficilmente un design ambizioso sceglie la semplicità  per distinguersi.

Progettare una cucina componibile.....lo puoi fare adesso On line

Ma è esattamente quello che rappresenta Velvet: cucina dotata di molte possibilità  progettuali espresse nella semplicità . Velvet aumenta il grado di ergonomia del pensile basculante a vasistas, incidendo innanzitutto sulla capacità  di contenimento da un lato e sulla dimensione dell'anta dall'altro. L'obiettivo infatti è di consentire la massima praticità: apertura e chiusura soft con una lieve pressione delle dita, totale possibilitÃà  di movimenti verticali o laterali dovuta all'assenza dei divisori interni, visione globale della dispensa, aperta anche per tutto il tempo delle operazioni. Fa la differenza la presenza di led luminosi o di illuminazioni al neon predisposti per un miglior coordinamento in cucina, e nella penombra creano un originale effetto luce. Le basi di Velvet sono un altro elemento che ci consente di parlare di comfort. Esse danno accesso alla visione di tutto il contenuto, senza imporre scomode posizioni, mostrando come ogni oggetto possa essere preordinato, grazie ai separatori, e immediatamente individuabile secondo necessità . Cassettoni e cestoni estraibili, a scorrimento silenzioso e adatti a supportare carichi elevati, inoltre, possono essere scelti in base a ciascuna esigenza contenitiva. Le colonne di Velvet permettono ampio contenimento e la possibilità di riporre quasi tutto ciò che serve in cucina. La loro apertura consente poi di osservare rapidamente l'interno e di accedere al contenuto velocemente. Ma è l'organizzazione interna delle colonne il carattere rilevante, in particolare la suddivisione dei blocchi, totalmente estraibili, la presenza di ripiani, cestelli in acciaio e cassetti anch'essi estraibili, aumentano l'operatività  e il piacere di passare più tempo in cucina. Velvet è una collezione di diverse qualitè . Le prime sono sicuramente la sua bellezza e il suo equilibrio. Velvet nobilita la vita in cucina arricchendola di colte intese e raffinati sottintesi. Vista la prima volta affascina e ogni giorno, ogni sera, in una cucina Velvet è come fosse la prima volta. In ogni veste la si voglia, di essa se ne comprende il disegno e si nota la grande armonia dei materiali che ha voluto insieme rovere e laccato o preferito il vetro. GeD propone Velvet in molte versioni, per ogni gusto, per ogni esigenza, tutte di grande bellezza. E l'iniziale imbarazzo della scelta diventerà  la felice convinzione di non aver potuto scegliere meglio.

Viale Scalo San Lorenzo, 70-72-74 Italia Roma
Copyright © 2009 Cattarossi Ugo, tutti i diritti riservati - P.IVA 08048211000 REA 1069923